Vigilanza Controllo Sanzioni

Vigilanza e controlli

L'attività di vigilanza è svolta  dalla Regione e dai Comuni. I titolari delle concessioni e delle autorizzazioni sono tenuti a consentire agli incaricati il libero accesso agli impianti, nonché a fornire tutte le informazioni richieste.

I  controlli di natura fiscale e quelli attinenti alla tutela della sicurezza e incolumità pubblica, nonché alla sicurezza sanitaria, ambientale e stradale sono demandati alle amministrazioni competenti.


Sanzioni

È soggetto al pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.500,00 ad euro 15.000,00 colui che:

  • installa o mantiene in esercizio un impianto senza autorizzazione;
  • procede ad una modifica dell’impianto o ne modifica la composizione in mancanza di autorizzazione o di comunicazione;
  • non rispetta il termine di esecuzione lavori;
  • installa un impianto ad uso privato senza autorizzazione o fornisce carburante a veicoli non rientranti nell'autorizzazione medesima;
  • rifornisce utenti sprovvisti di recipienti mobili conformi alle norme di sicurezza o operatori privi di autorizzazione; per recipienti mobili con quantitativi inferiori a litri 30 si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 150,00 ad euro 300,00;
  • attiva l’impianto prima dell’effettuazione del collaudo.

Continua a leggere> > >

È soggetto al pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 500,00 ad euro 3.000,00 colui che:


  • effettua modifiche all'impianto non costituenti potenziamento, omettendone la comunicazione;
  • attiva le modifiche all'impianto in mancanza dell’attestazione di cui all'articolo 77, comma 3;
  • non espone il cartello relativo ai prezzi praticati;
  • non rispetta gli orari e le turnazioni;
  • espone cartelli o qualsiasi altro mezzo pubblicitario con i quali si creino nell'utente false aspettative e si eluda la normativa in materia di pubblicità ingannevole.

Nei casi di particolare gravità o in caso di recidiva, il Comune può disporre la sospensione dell’attività per un periodo non superiore a trenta giorni.

Nel caso in cui viene istallato o tenuto in esercizio un impianto senza autorizzazione l’attività dell’impianto è sospesa fino all'ottenimento dell’autorizzazione, e, ove non concessa, l’impianto deve essere smantellato con ripristino del sito occupato entro il termine fissato dal Comune. Nel caso questo non avvenga, provvede direttamente il Comune addebitando le spese necessarie al titolare dell'impianto. 


Normativa Regionale
Regolamenti
Delibere e Decreti
    • DDPF n. 477 del 29.11.11
    • Concessione contributi perla funzionalità e l’organizzazione delle Associazioni dei consumatori e utenti,iscritte nel registro regionale


      DDPF n. 477 del 29.11.11 – contiene la modulistica da utilizzare per laconcessione di contributi regionali per la funzionalità e l’organizzazionedelle associazioni dei consumatori iscritte al registro regionale

    • DDPF n. 478 del 29.11.11
    • Concessione contributi perla realizzazione di progetti di attività delle Associazioni dei consumatori eutenti, iscritte nel registro regionale


      DDPF n. 478 del 29.11.11 – contiene la modulistica da utilizzare per laconcessione di contributi regionali per la realizzazione di progetti diattività delle associazioni dei consumatori iscritte al registro regionale

       

    • Delibera n. 1147 del 03.10.2016
    • Approvato il documento che integra quello del 24.03.2016 sulla individuazione della data di inizio delle vendite di fine stagione

    • Delibera n. 1149 del 03.10.2016
    • Con delibera n. 1149 del 03.10.2016 è stato recepito il documento unitario delle regioni e province autonome contenete le linee guida,i bandi e i facsimile domande per le concessioni in scadenza nei mercati.

    • Delibera n. 1148 del 03.10.2016
    • Con delibera n. 1148 del 03.10.2016 è stato recepito ildocumento unitario delle regioni e province autonome concernente i criteri daapplicare alle procedure di selezione per assegnare aree pubbliche ad attivitàartigianali, di somministrazione e bevande e di rivendita di quotidiani eperiodici

    • Delibera Giunta Regionale n. 778 del 30/06/2014
    • Adesione al documento denominato "Accordo per lo sviluppo della rete di distribuzione metano per autotrazione sulla rete autostradale" sottoscritto tra le Regioni e l'Associazione Italiana Società Concessione Autostradale e Trafori (AISCAT), Legambiente e Unione Petrolifera
    • Decreto Dirigente P.F. n. 3 del 09/02/2012
    • L.R. 27/09 “Testo unico in materia di commercio” – art. 2 comma 4 Approvazione modulistica regionale – R.R. n. 2/2011 “Distribuzione carburanti” capo II “Impianti situati lungo le autostrade e i raccordi autostradali”.
    • Decreto Dirigente P.F. n. 2 del 09/02/2012
    • L.R. 27/09 “Testo unico in materia di commercio” – art. 2 comma 4 Approvazione modulistica regionale – R.R. n. 2/2011 “Distribuzione carburanti” capo I “Impianti stradali rete ordinaria, impianti privati e recipienti mobili”.
    • Delibera Giunta Regionale n. 883 del 20/06/2011
    • Disciplina della distribuzione dei carburanti per autotrazione, in attuazione del titolo IV della LR n. 27/2009 (Testo unico in materia di commercio) - Attività di collaudo degli impianti di distribuzione dei carburanti - Definizione dell'importo e delle modalità di pagamento della commissione di collaudo ai sensi art. 77, comma 5, della LR 27/2009.
    • Delibera Giunta Regionale n. 125 del 07/02/2011
    • Regolamento regionale di competenza della Giunta regionale concernente: "Disciplina della distribuzione dei carburanti per autotrazione, in attuazione del titolo IV della LR. n.27/2009 (Testo unico in materia di commercio)".
    • Delibera Giunta Regionale n.1562 del 08/11/2010
    • Richiesta di parere alla Commissione assembleare competente ed al Consiglio delle autonomie locali sullo schema di regolamento regionale concernente: "Disciplina della distribuzione dei carburanti per autotrazione, in attuazione del titolo IV della LR 27/09 (Testo Unico in materia di Commercio)".