Hobbisti

Possono definirsi hobbisti coloro che vendono, barattano, propongono o espongono, in modo saltuario ed occasionale, merci di modico valore che non superino il prezzo unitario di euro 250,00

Possono possono operare solo nei mercatini degli hobbisti: mercati dell'usato, dell'antiquariato e del collezionismo non con valore storico ed artistico, domenicali o festivi (Articolo 33, comma 1, lettere h) e i) del Testo Unico). 

Non sono tenuti ad avere alcuna autorizzazione per l'esercizio di questa attività, purché siano in possesso dei requisiti morali (Articolo 8). 

Per  prodotto esposto deve essere indicato in modo chiaro e leggibile il prezzo di vendita. 

Continua a leggere> > >


Il Comune, nel proprio regolamento dei mercati e delle fiere, può riservare posteggi agli hobbisti in altre manifestazioni.

Gli hobbisti devono essere in possesso di un tesserino rilasciato dal Comune dove intendono partecipare al loro primo mercato. Il tesserino ha validità annuale ed è rilasciato per un massimo di cinque anni, anche non consecutivi, trascorsi i quali l’hobbista per poter esercitare l’attività deve ottenerne il rinnovo.


Il tesserino non è cedibile o trasferibile e deve essere esposto durante il mercatino in modo visibile e leggibile al pubblico e agli organi preposti al controllo. Il tesserino è vidimato dal Comune che organizza il mercatino, prima dell’assegnazione del posteggio che è effettuata con criteri di rotazione e senza il riconoscimento di priorità ottenute per la presenza ad edizioni precedenti.

Gli hobbisti possono partecipare ad un massimo di dodici manifestazioni l’anno. Si considera unitaria la partecipazione a manifestazioni della durata di due giorni, purché consecutivi

I Comuni sono tenuti a redigere un elenco degli hobbisti che partecipano a ciascuna manifestazione.



La mancanza del tesserino o della vidimazione relativa al mercatino in corso di svolgimento comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa (Articolo 45, comma 1). 

Anche nel caso di assenza del titolare del tesserino identificativo, o di mancata esposizione del tesserino al pubblico o agli organi preposti alla vigilanza, oppure di vendita, con un prezzo unitario superiore a euro 250,00, si applica una sanzione amministrativa (Articolo 45, comma 2).

Normativa Regionale
Regolamenti
    • REGOLAMENTO REGIONALE 04 dicembre 2015, n. 8
    • Disciplina delle attività di commercio su aree pubbliche, in attuazione del Titolo II, Capo II, della legge regionale 10 novembre 2009, n. 27 (Testo unico in materia di commercio)
Delibere - Decreti
    • DGR n. 1581/2016
    •  

      Con dgr n. 1581/2016 sono state apportate modifiche ai regolamenti regionali n. 1/2015 (regolamento sede fissa) e 8/2015 (regolamentoaree pubbliche)

       

    • Decreto n 334 del 2016 Ambulanti
    • Approvazione dell’avviso delle procedure di selezione, delfac-simile dei Bandi pubblici e dei fac-simile di domanda per le assegnazionidelle concessioni ai fini dell’esercizio di attività commercio su areepubbliche

    • Decreto n.320/2016 Artigiani Sab Edicole
    • Procedure di selezione, e fac-simile Bando pubblico e domanda per le assegnazioni delle concessioni ai fini dell’esercizio diattività artigianali, di somministrazione di rivendita di quotidiani eperiodici

    • DDPF n. 477 del 29.11.11
    • Concessione contributi perla funzionalità e l’organizzazione delle Associazioni dei consumatori e utenti,iscritte nel registro regionale


      DDPF n. 477 del 29.11.11 – contiene la modulistica da utilizzare per laconcessione di contributi regionali per la funzionalità e l’organizzazionedelle associazioni dei consumatori iscritte al registro regionale

    • DDPF n. 478 del 29.11.11
    • Concessione contributi perla realizzazione di progetti di attività delle Associazioni dei consumatori eutenti, iscritte nel registro regionale


      DDPF n. 478 del 29.11.11 – contiene la modulistica da utilizzare per laconcessione di contributi regionali per la realizzazione di progetti diattività delle associazioni dei consumatori iscritte al registro regionale

       

    • Delibera n. 1147 del 03.10.2016
    • Approvato il documento che integra quello del 24.03.2016 sulla individuazione della data di inizio delle vendite di fine stagione

    • Delibera n. 1149 del 03.10.2016
    • Con delibera n. 1149 del 03.10.2016 è stato recepito il documento unitario delle regioni e province autonome contenete le linee guida,i bandi e i facsimile domande per le concessioni in scadenza nei mercati.

    • Delibera n. 1148 del 03.10.2016
    • Con delibera n. 1148 del 03.10.2016 è stato recepito ildocumento unitario delle regioni e province autonome concernente i criteri daapplicare alle procedure di selezione per assegnare aree pubbliche ad attivitàartigianali, di somministrazione e bevande e di rivendita di quotidiani eperiodici

    • Delibera di Giunta n. 1043 del 30/11/2015
    • Con la Delibera di Giunta n. 1043 del 30/11/2015 è stato approvato il regolamento regionale n. 8 del 04/12/2015 concernente: Disciplina delle attività di commercio su aree pubbliche, in attuazione del Titolo II, Capo II della L.R. 10 novembre 2009, n. 27 (Testo Unico in materia di commercio).
    • Delibera Giunta Regionale n. 1806 del 21/12/2010
    • Richiesta di parere alla commissione assembleare competente ed al Consiglio delle autonomie locali sullo schema di deliberazione concernente: "Disciplina del commercio su aree pubbliche in attuazione del titolo II capo II della LR 27/09 (Testo unico in materia di commercio)".